Lux Fecit - Piccoli momenti di beatitudine

Andreas Perlick

Dal 10.03.2012 al 14.04.2012

La Galleria Biffi Arte, sabato 10 marzo, ore 18.00, inaugura la personale del fotografo tedesco Andreas Perlick.
Senza dubbio la luce è la forza primaria che rende possibile la fotografia.
E’ riflessa dal mondo e percepita dai nostri occhi oppure dalla materia sensibile come la pellicola fotografica. Questo è stato da sempre insito nella definizione “disegnare con la luce”. Ma è risaputo che ogni medaglia possiede due lati: Semplicemente la luce ci può fornire informazioni importanti sul nostro mondo ma non riuscirà a darci immagini forti ed emozionanti.
Il secondo elemento che contrasta la luce e ne definisce la qualità dell’ azione è l’ombra, la fidata amica dei fotografi cultori del Bianco & Nero.
Col suo lavoro fotografico Andreas Perlick esplora questa dicotomia di luce ed ombra al fine di scoprire tesori visivi nel mondo attorno a noi. Concentrandosi su momenti molto speciali nei quali luce e ombra permettono piccoli sguardi nel magico che spesso si nasconde nelle cose del mondo, ci permette di entrare in un ambito di bellezza e meditazione. Questo è il mondo alternativo attorno a noi che Minor White potrebbe aver avuto in mente quando scriveva “non si dovrebbero fotografare le cose per quello che sono ma per ciò che rappresentano d’ altro”. Il “focus” di questo lavoro non sta nella veduta stupefacente di destinazioni esotiche: tanto nella natura quanto nei contesti urbani l’ambizione di Perlick mira sempre ai dettagli, ai piccoli spazi.
Ma, pur mostrando solo piccole sezioni del mondo, queste tendono ad avere il carattere di dettagli che danno l’idea del tutto all’ occhio sensibile di chi guarda la piccola, intima immagine fotografica. In molti casi si ha l’idea che la ragione principale dell’ immagine non sia quella parte di mondo ritratta, ma che lo scopo insito sia di attivare significati individuali, idee, memorie, persino sentimenti in chi guarda.
Agiscono come finestre sul proprio mondo interiore, perciò traducendosi in significati marcatamente diversi tra i vari individui.L’intenzione è ulteriormente supportata dalla divisione del suo lavoro per serie.
Il focus su di un tema mediante un certo numero di stampe fa scoprire tratti caratteristici e significati reconditi che la singola immagine difficilmente rivelerebbe.

Queste idee sono molto concisamente riassunte nel titolo programmatico del lavoro di Andreas Perlick “Chiaroscuro- piccoli momenti di beatitudine”.
Qui un video di Andreas Perlic.

Coordinamento: Leda Calza - Elisa Molinari