EMILIO SGORBATI. SANGUE E LINFA 

Dal 21.01.2017 al 19.02.2017

a cura di Alessandro Malinverni

 

Nella sua nuova personale, Emilio Sgorbati indaga il legame tra uomini e piante. L’entusiasmo e la voglia di sperimentare, che sempre caratterizzano la sua ricerca pittorica, lo hanno infatti spinto a cimentarsi con un tema caro all’arte occidentale, interpretandolo attraverso uno stile ormai consolidato e riconoscibilissimo, fortemente ancorato al figurativo. Soltanto dieci tele e una tavola – rigorosamente quadrate – per formare altrettanti tasselli di un universo fantastico, nel quale si muovono uomini e donne – semplici silhouettes bianche o nere, intere o sezionate, dai tratti fisionomici appena accennati. Presenze ibride, dalla doppia natura, che occupano uno spazio immaginario e immaginifico, con gesti vibranti di pathos o silenziosamente racchiuse in loro stesse. Rappresentazioni liete si alternano ad altre dagli accenti più cupi, in una complessa partitura cromatica nella quale Sgorbati traspone i propri stati d’animo. Cellule vegetali, foglie, racemi, radici, tronchi lungi dall’essere meri elementi decorativi vengono “vivificati” dalla compenetrazione formale e sentimentale con l’essere umano. La mostra è curata da Alessandro Malinverni, dottore di ricerca in Storia dell’arte, conservatore del Museo Gazzola di Piacenza e dei Musei Civici di Parma.