MAURO SCARPANTI
| CHIEDI ALLA POLVERE

INFERNO E GRAZIA NEI MATTONIFICI
DELLA VALLE DI KATHMANDU

A cura di Susanna Gualazzini

  • Sala Biffi

    7 Novembre 2021 – 28 Novembre 2021

Da novembre ad aprile, nei mesi della “stagione secca”, la valle di Kathmandu si trasforma in un enorme mattonificio, una vera e propria industria a cielo aperto in cui si trasferiscono decine di famiglie per vivere e lavorare, in condizioni disumane. Arrivano con figli piccoli al seguito, si accampano fra mattoni e lastre di lamiera in una distesa di capanne randagie che da lontano sembra un enorme campo per rifugiati. Immersi nella polvere arancio, per mesi scavano, impastano, modellano, cuociono e trasportano centinaia e centinaia di mattoni rossi, uno strano raccolto della terra.

Il fotografo piacentino Mauro Scarpanti restituisce tutto l’orrore di questi scampoli di vite, ma attraverso la tramatura del dolore coglie anche e soprattutto la profonda dignità di un popolo che, in condizioni intollerabili, riesce a strappare un quotidiano impossibile: cucinare, raccogliersi attorno al fuoco, stendere i panni, allattare. E, ancora, l’obiettivo di Scarpanti trasforma quei vortici di polvere in mandala di pulviscolo luminescente e fa di una fatica senza limiti una forma del sacro. Nasce quella dignità piena di grazia che trascolora nei volti, nelle posture mai piegate veramente dalla fatica: nessuno sorride, ma negli occhi di tutti c’è un senso antico e profondo della vita che spezza il cuore.

Brick Factory è stato esposto all’edizione 2020 del Milano Photo Festival e ha ricevuto una menzione d’onore in un concorso fotografico internazionale del 2020.

RICHIEDI INFORMAZIONI