L’INCANTESIMO DEL MITO

| Figure reali, leggendarie e immaginate nelle sculture di Francesca Carresi

A cura di Susanna Gualazzini

  • Sala Biffi

    26 Marzo – 25 Aprile 2023

L’incantesimo del mito di Francesca Carresi ci convoca al cospetto di una scena di archetipi che mettono in forma un paesaggio interiore abitato da fortissime passioni teatrali e letterarie. I ritratti sono evocazioni che fanno risuonare in ognuno di noi tasti della memoria, echi di letture che ci accompagnano – si può dire – dalla notte dei tempi. Incarnano identità invisibili che prendono forma nella molteplicità della materia: ceramica, acrilico, smalti, bronzo, ottone. Con una tecnica che Francesca Carresi, approdata alla scultura dopo una lunga militanza pittorica, destreggia con sicurezza. E se ognuno può aver attribuito il proprio personale volto a Ulisse, a Icaro, a Creso, o a Cyrano de Bergerac, sulla scia di frequentazioni visive e cinematografiche o anche solo con la pura immaginazione, analogamente Francesca Carresi consegna identità a ognuna delle sue creature, mano a mano che i volti prendono forma, sotto lo sforzo delle mani. Se, in alcuni casi, sembra esserci una matrice comune, di fatto per una sorta di illusionismo ogni volto mantiene e afferma una propria storia perché molto agisce la tecnica nel definire, con la perizia degli smalti o con il gioco della luce, i dettagli che fanno di ognuno di questi volti un mondo. Ed è proprio il tema della unicità del volto, molto caro a Carresi, che si innerva nella presenza di una figura unica e insieme molteplice, come è nella memoria di certi sogni.

Francesca Carresi, fiorentina di nascita ma milanese di adozione, consegue il diploma di maturità nel Liceo Artistico della città, frequentando, tra le altre, le classi di pittura e scultura dei maestri Gianni Cacciarini e Antonio Di Tommaso. Parallelamente alla passione per le arti figurative sviluppa un profondo interesse per la musica colta e per il teatro sia lirico che di prosa, tanto da laurearsi all’Università di Siena in Storia del Teatro e dello Spettacolo. Per alcuni anni lavora a Firenze proprio in questo mondo, oltre che nell’editoria. Nel ‘90 una importante svolta nella sua vita personale e professionale avviene con il suo trasferimento a Milano, dove, dopo aver frequentato alcuni corsi di pittura e di decorazione, decide di mettere a frutto le tecniche apprese e di iniziare l’attività di pittrice e decoratrice di mobili e pannelli, sia per privati che per imprese commerciali. Dal 2020 si dedica alle arti plastiche, riscoprendo in esse la sua vera grande passione.

L'incantesimo del MITO. Figure reali, leggendarie e immaginate nelle sculture di Francesca Carresi_26 marzo-25 aprile 2023_Galleria BiffiArte
RICHIEDI INFORMAZIONI